Home / Blog / Società di recupero crediti, facciamo chiarezza

 

societa recupero crediti

Capita sempre più spesso che gli operatori telefonici delle società di recupero crediti compiano numerosi illeciti. Ecco come conoscere i propri diritti.

Con la crisi che sempre più attanaglia gli Italiani anche il lavoro delle società di recupero crediti si fa sempre più arduo. Le difficoltà nella gestione del recupero del credito però non sono una giustificazione per ammettere comportamenti sempre più aggressivi che, sempre più spesso, superano la soglia della legalità.

Ecco quindi una serie di informazioni e norme comportamentali che tali società devono seguire scrupolosamente ed un elenco di comportamenti al limite della legalità.

Obbligo di informazione

Quando una società di recupero crediti prende contatto con il creditore è tenuta a presentarsi e riferire all’inizio della chiamata per conto di chi sta chiamando e in merito a quale tipo di credito. E’ diritto fondamentale del debitore conoscere il nome dell’operatore, della società di recupero crediti e del creditore per il quale si sta tentando il recupero.

Divieto di false dichiarazioni e condotte ingannevoli

Le società di recupero crediti non possono fornire al debitore informazioni false e ingannevoli a fine intimidatorio. Nello specifico non è possibile minacciare azioni o iniziative legali estreme e/o vessatorie.

Comunicazioni a terzi

Le società di recupero crediti non possono diffondere informazioni relative ai mancati pagamenti a soggetti diversi dal diretto interessato. L’operatore telefonico non può rivelare questo tipo di informazioni con colleghi, familiari o conoscenti del debitore, in particola modo se lo scopo è quello di esercitare pressione su quest’ultimo.

Continua…

 

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *